3.18.2013

Nac/Hut Report "Angel​-​like Contraction Reverse"

NAC/HUT REPORT "ANGEL-LIKE CONTRACTION REVERSE"
Forse il termine "sperimentazione" riferito in termini musicali ha ormai assunto una tale mole di sfumature e generi da non avere più una sua identità, riducendosi ad una massa amorfa che sempre più di rado è in grado di offrire novità, idee precise e stili personali. Da ascoltatrice di tutto ciò che passa dal drone, all'elettroacustica, al noise, al field-recording, all'avanguardia al glitch e quant'altro, mi accorgo sempre più spesso, purtroppo, di quanto ci si trovi ad ascoltare infinite varianti dello stesso album, composizioni estenuanti basate su un singolo fruscio ed esercizi di stile che rendono poco riconoscibile un album rispetto ad un altro. Tutto questo prologo potrebbe essere riassunto in un semplice concetto: un album capace di caratterizzarsi ormai assume di un valore doppio. E' il caso di "Angel-like Contraction Reverse", secondo full-lenght del duo italo-polacco Nac/Hut (dal tedesco nachhut "retroguardia") nato a Cracovia nel 2008 dall'incontro tra l'artista visiva Brigitte Roussel nativa di Poznam ed il musicista sperimentale Li/ese/Li originario di Reggio Emilia.
"Angel-like Contraction Reverse", seguito del primo fortunoso lavoro "9th Overflowing...Milky Slaughterhouse... Dream of Incubator..." uscito un paio di anni fa e dedito maggiormente ad atmosfere più legate alla musica industrial e post-punk, esce sotto etichetta Double Hallucinative (neo-nata label sperimentale) dopo quasi 3 anni di lavorazione tra Italia e Polonia. Il loro sound, come rilasciato in un'intervista per Pukeskywalker, è influenzato dalle sonorità distorte di Glenn Branca, Pierre Schaeffere, Pierre Henry, fino ai Cabaret Voltaire ed agli Einstürzende Neubautensviluppandosi in un oscuro e malinconico intreccio di noise, musique concrete, loop, distorsioni elettroniche, chitarre deformate, fino sfumature al dream-pop a cui si aggiunge la fascinosa voce di Brigitte Roussel capace di distendere ed "addolcire" l'inquietudine sonora. Voce peraltro piuttosto evocativa e dotata di una sinuosa espressività, che in qualche modo ricorda (con le dovute differenze di stile e genere) Liz Hysen dei Picastro...in proposito è da citare anche il progetto solista di Brigitte.
In passato i Nac/Hut hanno aperto numerosi concerti per nomi celebri come Evangelista (Carla Bozulich), si spera prossimamente di vederli impegnati in un tour e ricevere la positiva risposta di pubblico che meritano.



http://nachutreport.bandcamp.com
http://double-hallucinative.blogspot.it

Buon Ascolto! :)

1 commento:

  1. Una magnifica segnalazione. Grazie mille. HgM

    RispondiElimina